Casi clinici

LESIONE ESTENSORE COMUNE DI TUTTE LE DITA CON PERDITA DI SOSTANZA

Ragazzo di 30 anni, in seguito ad incidente in scooter riporta trauma alla mano. Viene sottoposto ad intervento chirurgico per lesione estensore comune di tutte e quattro le dita con perdita di sostanza all'ospedale dell'Isola d'Elba. Viene mantenuto immobilizzato con stecca gessata di protezione per 6 settimane con polso e dita estesi. Alla sua rimozione la mano si presenta molto gonfia e calda con dita rigide in estensione, il pz riferisce di non essere in grado di fare nessun movimento di flessione e lamenta un grave dolore di tipo urente in tutta la mano. Viene iniziata una cauta mobilizzazione in assenza di dolore, esercizi di scorrimento tendìneo, crioterapia più volte al giorno ed impostato un programma riabilitativo per sospetta sindrome algodistrofica. Il ragazzo viene seguito nel nostro studio di Firenze due volte a settimana. Dopo un mese di lavoro il chirurgo esclude un secondo intervento di tenolisi. A 4 mesi la mano è del tutto chiusa a pugno e si apre completamente, ha recuperato la forza e non presenta più dolore. Il paziente può riprendere la sua attività lavorativa.